Indagini geognostiche e geotecniche per S.G.I. Spa

Cliente:
S.G.I. S.p.a.
Provincia:

La parola al cliente

Rapidità e qualità sia nell'esecuzione delle indagini in situ che nelle relazioni connesse

S.G.I.

S.G.I. S.p.a. ha incaricato la nostra società dell’esecuzione di un campagna di indagini geognostiche e geotecniche per la realizzazione del nuovo metanodotto “Cellino – Teramo”.

 

  1.   TIPOLOGIA DI PRESTAZIONI FORNITE
  • Sondaggi a carotaggio continuo tra i 20 e i 30 m di profondità;
  • Esecuzione di prove S.P.T.;
  • Prelievo di campioni indisturbati
  • Prelievo di campione per analisi chimiche
  • Posa di tubi piezometrici
  • Posa di tubi inclinometrici
  • Prove penetrometriche statiche e dinamiche
  • Caratterizzazione sismica attraverso M.A.S.W. ed H.W.S.R.
  • Prove di laboratorio.

 

  1.   DESCRIZIONE DEI LAVORI 

Il committente ha richiesto il nostro intervento per accertarsi che la geologia dell’area fosse compatibile con la realizzazione del nuovo tracciato del metanodotto.

I sondaggi sono stati effettuati “a carotaggio continuo”. Durante la loro esecuzione sono state eseguite numerose prove SPT, e prelevati molteplici campioni indisturbati. Al termine della perforazione sono stati raccolti dei campioni di terreno rimaneggiato, e campioni ambientali. I campioni indisturbati e rimaneggiati sono necessari alla valutazione dei parametri geotecnici del terreno.  I campioni ambientali servono per verificare che la composizione chimica del terreno rispetti i requisiti normativi  (vedi articolo blog “Terre e rocce da scavo“).

Su parte dei sondaggi sono stati installati piezometri o inclinometri. I primi sono necessari per controllare la quota della falda e per prelevarne eventuali campioni. I secondi servono al monitoraggio dei movimenti franosi.

Contemporaneamente ai sondaggi, sono state effettuate delle prove penetrometriche statiche e/o dinamiche.

Ai fini della caratterizzazione sismica sono state eseguite numerose prove sismiche M.A.S.W. e H.V.S.R., dalle quali si ottengono i valori di Vs30 (ossia la velocità di propagazione delle onde di taglio nel terreno), e della frequenza di vibrazione del terreno.

Terminata l’esecuzione dei sondaggi, i campioni prelevati sono stati analizzati presso il nostro laboratorio geotecnico. Sono state effettuate differenti tipologie di prove che hanno permesso di ricavare i parametri del terreno, necessari ai calcoli strutturali.

I risultati delle indagini sono stati descritti in apposite relazioni geologiche e geotecniche.